Vai al contenuto
Immagine di rifiuti

Ciclo dei rifiuti

Tabella dei Contenuti

ciclo dei rifiuti

Ti sei mai chiesto dove finiscono i rifiuti che produciamo ogni giorno, una volta che vengono raccolti? Leggendo questo articolo, scoprirai l’intero viaggio che fa ogni singolo rifiuto, partendo dalla sua raccolta fino allo smaltimento finale. Conoscere a fondo il ciclo dei rifiuti e le fasi in cui si suddivide è fondamentale per imparare a gestirlo al meglio, al fine di ridurre l’impatto ambientale e la produzione dei rifiuti stessi.

Richiedi una consulenza

ciclo dei rifiuti
definizione

Quando si parla di “gestione dei rifiuti”, ci si riferisce all’insieme delle azioni volte a gestire l’intero ciclo dei rifiuti. Questo processo inizia con la loro produzione fino ad arrivare al loro trattamento e smaltimento finale. L’obiettivo della gestione del ciclo dei rifiuti è quello di contenere gli impatti ambientali e sanitari, riducendo la quantità di rifiuti da smaltire e cercando di recuperare risorse da essi. Ma in quali fasi si suddivide il ciclo integrato dei rifiuti? Scopriamolo insieme nel prossimo paragrafo!


le fasi

Il ciclo dei rifiuti può essere suddiviso in tre fasi principali: la raccolta e il trasporto, il trattamento e lo smaltimento finale. Vediamo ora nello specifico come funziona ogni singola fase.

Immagine di ciclo dei rifiuti nel rispetto dell'ambiente

Richiedi una consulenza

la raccolta e il trasporto

Il termine “riutilizzo” sta ad indicare l’attività che può essere svolta ad esempio con le bottiglie e i contenitori intatti in vetro. Le operazioni di riciclo, invece, riguardano i materiali di scarto di plastica, carta, metallo o vetro non intatto. Inoltre, nel concetto di riciclo dei rifiuti rientra anche il compostaggio dei materiali organici nell’ambito dell’agricoltura.

Tutte queste attività permettono di ottimizzare le risorse e ridurre notevolmente la quantità di rifiuti che devono essere smaltiti.

Immagine di raccolta differenziata dei rifiuti

il trattamento

Secondo la definizione data dall’articolo 2 della Direttiva 1999/31/CE , il trattamento dei rifiuti riguarda l’insieme dei processi fisici, termici, chimici e biologici, che possono modificare le caratteristiche dei materiali scartati, riducendone il volume o la pericolosità e facilitandone il trasporto e il recupero.

In base alla tipologia di raccolta che viene effettuata, si possono eseguire diversi tipi di trattamento dei rifiuti, tra cui:

  • Raccolta differenziata: riciclaggio o compostaggio.
  • Raccolta non differenziata: recupero di energia.
 

Con il termine “riciclaggio”, si intende l’attività di raccolta, rielaborazione e riutilizzo del materiale precedentemente scartato. Attualmente è possibile riciclare una grande varietà di materiali, come ad esempio la carta, il vetro, la plastica e le lattine.

Il compostaggio, invece, consiste in una tecnica biologica che viene impiegata per trasformare i rifiuti organici in concime naturale da utilizzare in agricoltura. 

Che dire invece dei rifiuti che non possono essere raccolti in modo differenziato? Il trattamento di questo tipo di rifiuti è sicuramente molto più difficile e complesso. 

In linea generale, si possono applicare tre tipi di trattamento: 

  • Trattamento a freddo: consiste nella separazione e nel parziale recupero di materiali, attraverso la tecnica di ossidazione biologica.
  • Trattamento a caldo: comprende le attività di incenerimento, pirolisi e la gassificazione.
  • Conferimento dei rifiuti in discarica
Vedi Anche:  Guida completa per iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
Immagine di discarica dove avviene lo smaltimento dei rifiuti

lo smaltimento

La fase di smaltimento è la parte finale del ciclo dei rifiuti e consiste nel loro conferimento alle discariche. Tutte le fasi sopra indicate lasciano, inevitabilmente, residui di rifiuti urbani o speciali che devono essere trattati attraverso la fase finale di smaltimento, che avviene in discarica. 

In conclusione, conoscendo meglio il ciclo dei rifiuti, abbiamo compreso che il modo più intelligente per gestirli è quello di contenere il più possibile il loro impatto sull’ambiente, cercando al tempo stesso di ricavarne risorse utili e redditizie. Questo è l’unico modo per tutelare il nostro ambiente e la nostra salute, evitando di farci sommergere dai rifiuti che noi stessi produciamo.

Se desideri assicurarti una corretta gestione dei rifiuti, non esitare a contattarci compilando il form che trovi a fondo pagina. I nostri collaboratori saranno lieti di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno in merito ai nostri servizi di consulenza ambientale.

Hai bisogno di una consulenza ambientale per le operazioni di gestione dei rifiuti della tua azienda?

Trova un Consulente Ambientale competente nella tua città

Contattaci Adesso

Email
Chiamaci Ora